Cerca

Spero che la nostra vita ritorni ad essere normale e più giusta

Rachele 27 anni e Paulo 7 anni  Venezuela – aiutati dal IMDH – Instituto de Migrações e Direitos Humanos – Boa Vista, Brasile (confine con il Venezuela).

Mi chiamo Rachele e sono arrivata qui a Boa Vista con mio figlio Paulo di 7 anni, suo padre ci ha lasciati quando era appena nato. La decisione di partire è stata molto dolorosa perché parte della mia famiglia è rimasta in Venezuela. Ma più passa il tempo più non c’è da mangiare e mio figlio non ha neppure iniziato la scuola. Non sono stata io a lasciare la mia casa è stata la mia casa che ci ha abbandonati. Nella mia giovinezza ho potuto studiare, mi sono laureata in psicologia ed ho sempre lavorato, ma oggi sono finiti i risparmi e devo riuscire a trovare un luogo più sicuro per noi. Abbiamo attraversato il confine con il Brasile da soli, è stata un’esperienza traumatica, ma Paulo non ha mai pianto, anzi mi ha dato coraggio e speranza. Al confine ho incontrato le operatrici dell’ IMDH Solidário che ci stanno aiutando molto con cibo, vestiti e aiuto legale. Stiamo avviando i documenti necessari per chiedere asilo nel frattempo mi hanno indirizzato verso una sistemazione provvisoria in cui possiamo restare il tempo necessario per capire quali saranno i nostri passi. Sento mia madre ogni giorno al telefono e mi ha detto che Paulo s’è fatto gordito. Grazie all’IMDH potrò iscriverlo a scuola presto e spero che la nostra vita ritorni ad essere normale e più giusta.

[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

Condividi queste informazioni. È molto importante.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
Email
WhatsApp

Le persone leggono anche:

#HOPEANDHELP
Portare speranza è un atto autentico di giustizia,
verso i migranti ed i rifugiati del mondo.

Newsletter

Get access to our news

Subscribe

* indicates required